Piazza Armerina – Intervento della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri: due arresti per un furto con scasso

AGGIRONAMENTO DEL 1 AGOSTO 2019

 

Operazione congiunta di Carabinieri e Polizia la notte del 14 maggio a Piazza Armerina che ha permesso di rintracciare i presunti colpevoli di un furto con scasso.  Ad essere  presa di mira l’area di servizio di via Alessandro Manzoni dove alcuni malviventi, dopo aver forzato la porta in metallo posta sul retro della struttura,  hanno raggiunto la zona adibita a bar e  a rivendita di tabacchi. Il furto avrebbe dovuto fruttare circa 4.500euro tra contante, sigarette e gratta e vinci ma sembra che i ladri abbiano commesso l’errore di pensare che il loro gesto fosse passato inosservato. Il proprietario avvisato molto probabilmente dal sistema d’allarme si è subito recato sul posto giungendo in tempo per vedere alcuni uomini intenti a scavalcare una recinzione. Carabinieri e Polizia, avvisati dal proprietario tramite il Numero Unico dei Emergenza  (NUE), sono giunti tempestivamente e dopo serrate ricerche hanno fermato un uomo all’interno di una Peugeot 206 che molto probabilmente fungeva da palo. Attraverso una carta di identità lasciata nell’auto le forze del’ordine sono risaliti ad uno dei due presunti ladri che si sarebbe introdotto nei locali per effettuare il furto. Ancora ignoto il terzo complice. In manette, e subito trasportati al carcere di Enna, con le accuse di furto in concorso pluriaggravato e di violazione di domicilio sono finiti: MIRISCIOTTI Giovanni, classe ’77, che guidava la Peugeot e  AGUGLIA Giuseppe, classe ’93, entrambi pregiudicati.

 

Condividi la notizia