ASP Enna. Gioco d’Azzardo Patologico: una piaga per la società

Prosegue la campagna dell’ASP di Enna, tramite i Servizi Tossicodipendenze di Enna-Piazza Armerina e Nicosia, di sensibilizzazione della popolazione sulle problematiche cliniche e le ricadute sociali, relazionali ed economiche del Gioco d’Azzardo Patologico e delle dipendenze patologiche in genere. Nell’ambito del progetto finanziato dal Ministero della Salute denominato “P.A.I.” gli psicologi incaricati sono ormai una presenza costante in oltre il 50% degli studi dei medici di medicina generale diffusi sul territorio dell’ASP per informare gli assistiti e i loro familiari sui rischi del gambling e dei comportamenti a rischio di dipendenza patologica.

Positiva la risposta della popolazione, comincia ad emergere una richiesta di cura, su queste problematiche, a lungo rimasta latente. Al contempo, nell’ambito del progetto “Just a Game”, finanziato con fondi dell’Assessorato Regionale alla Salute, gli psicologi, gli educatori e la sociologa incaricata, stanno continuando a portare avanti una campagna di sensibilizzazione sugli stessi temi destinata alla popolazione generale del territorio del’ASP, grazie anche alla sensibilità e alla fattiva collaborazione di cittadini sensibili (artisti, musicisti, creativi, attori, sportivi) che stanno mettendo la loro creatività e competenza a servizio della collettività per portare il messaggio a tutti gi strati e a tutte le fasce d’età della popolazione.

Si prevede di organizzare, prima dell’estate, una campagna di informazione con opuscoli, manifesti e gadget che informino sui rischi del gioco d’azzardo e delle dipendenze patologiche; prevista l’attivazione di altre iniziative di divulgazione anche sui social e sui canali di informazione; si vorranno coinvolgere i gestori di centri scommesse e di luoghi di gioco d’azzardo alla promozione di modalità di gioco responsabile da parte dei loro clienti anche attraverso la divulgazione della “Carta dei diritti del giocatore d’azzardo”. Infine nell’ottica di una capillare informazione e sensibilizzazione, e grazie alla entusiastica collaborazione da parte di Don Giuseppe Fausciana, Parroco della Parrocchia di Sant’Anna ad Enna Bassa, è già stato attivato un ciclo di incontri aperti alla popolazione in genere sulle tematiche delle dipendenze. Il primo incontro, su “Gioco d’azzardo patologico” si è già svolto lo scorso 6 aprile presso i locali della suddetta Parrocchia; prossimi incontri sono previsti il 27 aprile p.v. su “Vecchie e nuove dipendenze” e il 18 maggio p.v. su “Volontà, libertà e autodeterminazione”. Infine domenica 28 aprile dalle ore 10 alle ore 13 circa gli operatori del Ser.T. di Enna impegnati nei due progetti saranno presenti sul sagrato della Chiesa di Sant’Anna per distribuire materiale informativo e approfondire queste tematiche con quanti vorranno accostarsi.

 

Condividi la notizia