Valguarnera – Raccolta rifiuti: Il Tar respinge l’istanza della Progitec. Gara per l’affidamento del servizio regolare

COMUNICATO STAMPA COMUNE DI VALGUARNERA

Il TAR di Catania con Ordinanza n. 235/2019 pubblicata il 09.04.2019 ha respinto l’istanza cautelare richiesta dalla ditta Progitec S.r.l. relativamente al ricorso proposto per l’annullamento di tutti gli atti della procedura di gara avviata dal Comune di Valguarnera per l’affidamento settennale del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani differenziati e indifferenziati nel territorio del Comune di Valguarnera, e tuttora in corso di esecuzione davanti al competente UREGA.
Il Tar ha condiviso in questa fase cautelare le difese del legale incaricato dal Comune Avv. Salvatore Brighina, non ravvisando negli atti di gara impugnati alcun profilo di antieconomicità né tantomeno di irragiungibilità degli obiettivi previsti dal Bando e dal Capitolato, ritenendo pertanto non sussistere alcun pericolo di un danno grave ed irreparabile, condizioni imprescindibile per l’accoglimento della domanda cautelare di sospensione degli atti impugnati.
L’UREGA potrà in tal modo procedere alle ulteriori fasi della gara con la massima serenità e avviarsi ad una rapida individuazione della ditta alla quale sarà affidato il servizio per sette anni, così come prescrive la vigente normativa.
E’ importante la definizione della procedura per avviare le nuove modalità del servizio in conformità al Piano di Intervento approvato dal Consiglio Comunale che permetterà al Comune di raggiungere con orgoglio e grande soddisfazione ottimi risultati che consentiranno abbattimenti proporzionali della tariffa”.

“Comunque l’istanza cautelare – conferma il tribunale – non merita accoglimento in quanto non si ritiene che sia stata fornita da parte della ricorrente congrua dimostrazione dell’antieconomicità e dell’appalto e dell’irraggiungibilità degli obiettivi previsti dal bando; Ritenuto, in ogni caso, non sussistente il periculum, atteso che nelle more la ricorrente gestisce il servizio ed ha partecipato alla procedura in questione”

Lapidario il commento del sindaco Fra ncesca Draià “Abbiamo rispettato le legge nessuna illegittimità nella gara!”.

Condividi la notizia