Per la giornata internazionale della donna l’Uciim ha incontrato ieri gli studenti piazzesi

Ieri presso l’auditorium dell’Istituto Comprensivo “G. Falcone-A.Cascino” di Piazza Armerina la Sezione Uciim di Piazza Armerina ha realizzato un incontro con vari gruppi di studenti in rappresentanza degli istituti scolastici di ogni ordine e grado della città. L’incontro, introdotto da mons. Antonio Scarcione assistente spirituale e dalla prof.ssa Marianna Lamalfa presidente dell’Uciim locale, ha avuto come tema <<La donna: l’altra metà del cielo. Dalla fiaba alla realtà>>.

L’incontro presentato dal prof. Sandro Torrisi dell’Istituto “Falcone-Cascino”  è stato incentrato sulla storia della festa della Donna dell’8 marzo nel mondo e in Italia ed ha mirato a presentare esempi culturali significativi di personalità femminili nel ‘900, come Edith Stein, Rita Levi Montalcini, Simone Weil, Madre Teresa di Calcutta, Mari Curie, su cui hanno riferito con varie modalità le rappresentanze delle scuole locali intervenute, che si sono cimentate in una serie di riflessioni spirituali di scrittori e pensatori sul tema del valore della donna. Chiara Belluomo dell’Uciim, interagendo con gli alunni della 3 A e B delle scuola primaria dell’istituto “Falcone–Cascino” guidati dagli ins. Rosalia Palidda, Morinello Jole, Maria Grazia Oieni e Katia La Delia, ha presentato in modo animato, attraverso l’uso di proiezioni figurative su schermo, la figura della donna nelle principali e conosciute fiabe contemporanee. Il prof. Sandro Torrisi ha presentato un video sulla storia della festa dell’8 marzo in Italia e nel mondo nel corso del ‘900. Un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Statale “V.  Romano” dell’I.I.S. Majorana-Cascino di Piazza Armerina, guidati dal prof. Luigi Di Franco, docente di storia e filosofia, e composto dagli studenti Gaetano Lo Bartolo, Gabriele Pierro, De Francisci Alessia, Giada Trovato, Daniela Ferrara e Asia Scuderi della classe 3 A del Liceo Scientifico di Piazza, dopo una breve presentazione fatta dal prof. Luigi Di Franco della figura di Edith Stein, illustre filosofa del ‘900 e martire della persecuzione nazista ad Auswitz nel 1942 ora compatrona d’Europa, hanno proposto la lettura di riflessioni di Edith Stein.

In particolare sono stati letti brani spirituali tratti dall’opera di Edith Stein “La donna: il suo compito secondo la natura e la grazia”, tutti passi incentrati sul valore dell’amore nella vita naturale e in quella soprannaturale per ogni essere umano che nella propria esistenza voglia avanzare accompagnato dalla mano di Dio. A conclusione dell’intervento degli studenti del Liceo Scientifico, Desirée Morgana ha declamato la poesia “A Edith Stein” scritta dal prof. Luigi Di Franco per commemorare la figura di Edith Stein. Quindi gli studenti della seconda classe del Liceo Linguistico dell’I.I.S. L. Da Vinci guidati dalla prof.ssa Anna Prestifilippo hanno proposto una catena umana per riaffermare gli universali valori della solidarietà tra gli esseri umani mimando in circolo il valore della non violenza. Successivamente mons Antonio Scarcione ha spiegato il significato della coreografia circolare in catena umana invitando a mettere in pratica i valori della solidarietà. Quindi la prof.ssa Sabrina Abati dell’Istituto Comprensivo “Falcone-Cascino” ha guidato alcuni studenti della prima media che hanno proposto riflessioni di Rita Levi Montalcini, di Simone Weil, di Madre Teresa di Calcutta e di Mari Curie.

Successivamente un gruppo di studenti della classe terza professionale dell’Istituto ERIS di Piazza Armerina guidati dalla vice preside prof.ssa Eva Castro hanno mimato la danza del bicchiere “cup song” per invitare al una convivenza fraterna nel rispetto e nella tolleranza. Durante i vari momenti dello svolgimento dell’incontro sono stati proposti dall’Orchestra “Domus”, diretta dal maestro Salvatore Zoccolo, brani musicali di Jalle Edi–Elegia e Einaudi-Life. A conclusione dell’incontro a cura della prof.ssa Lucia Giunta, presidente del “Copat” e del “Cif“, si è proceduto alla piantumazione di un albero di mimosa nel giardino dell’Istituto “Falcone-Cascino”, anche grazie alla collaborazione dei rappresentanti della Guardia Forestale di Piazza Armerina nelle persone di Salvatore Bascetta e dell’ispettore Franchino che hanno partecipato a tutto lo svolgimento dell’incontro. Infine gli alunni della prima e terza classe della scuola primaria hanno effettuato un lancio di palloncini simbolici sui temi della pace, della solidarietà e dell’amore. La sez. Uciim di Piazza ringrazia vivamente per la disponibilità e collaborazione i Dirigenti scolastici Lidia Di Gangi, Marinella Adamo, Debora Buttiglieri e Roberto Ferrera degli Istituti d’istruzione di Piazza Armerina.

Condividi la notizia