Luisa Lantieri: “Sono orgogliosa del Parco archeologico della Villa Romana del Casale”

L’On. Luisa Lantieri è molto soddisfatta per la notizia dell’istituzione del Parco archeologico della Villa Romana del Casale . “Il lavoro svolto in questi anni,  portato avanti senza molte dichiarazioni e proclami  ma con tenacia e costanza come è nel mio stile, ha prodotto un vantaggio non indifferente per Piazza Amerina: la nascita del Parco Archeologico di cui, da tempo memorabile, si chiedeva l’istituzione ma che solo oggi a conclusione di un iter che ha richiesto il mio intervento più di una volta si è concretizzato”.

“L’invito da me rivolto all’assessore regionale ai Beni Culturali,  Sebastiano Tusa, (guarda video)  a visitare il nostro territorio aveva proprio la finalità di sollecitare l’amministrazione regionale a prendere coscienza del fatto che l’istituzione del Parco non era più una decisione rinviabile, visto anche il calo di visite della Villa romana e la necessità di mettere in atto nuove strategie  che prevedevano una certa autonomia nella gestione del bene archeologico”.

“I beni culturali – conclude l’On. Luisa Lantieri – sono  una risorsa fondamentale se si vuol puntare al riscatto economico della provincia di Enna e di  Piazza armerina in particolare. Per questo motivo il mio è un interessamento costante come dimostrano i numerosi atti politici e amministrativi che giustificano e qualificano la mia presenza nel Parlamento siciliano. Dopo l’istituzione del Polo Museale di Piazza Armerina, Aidone ed Enna, con sede nella Città dei Mosaici (clicca qui per articolo del 1 marzo 2016),  che qualcuno avrebbe voluto nascesse altrove, quella dell’istituzione del Parco archeologico della Villa  è un altro importante traguardo raggiunto che era stato inserito fra gli obiettivi del mio programma elettorale e che oggi mi rende ancora più orgogliosa del mio lavoro”.

 

 

 

Condividi la notizia