CNA Benessere: chiediamo l’affitto di poltrona, ottima opportunità per gli operatori del settore acconciatura ed estetica

Con la denominazione di “affitto di poltrona/cabina” si fa riferimento ad uno specifico contratto in base al quale un titolare di salone di acconciatura o di centro estetico concede in uso una parte dell’immobile nel quale viene esercitata la propria attività, con le eventuali attrezzature pertinenti, ad un altro imprenditore che, in possesso dei requisiti professionali richiesti dalla legge, esercita la propria impresa nei locali concessi in affitto.

Questa l’idea che i referenti provinciali di CNA Benessere e sanità Paola Panvini e Patrizio Scarentino, vogliono proporre al comune di Enna, idea che potrebbe creare le condizioni per un migliore rendimento delle attività di acconciatore ed estetista, anche attraverso il conseguimento di un reddito derivante dalla concessione in uso di parte del proprio salone/centro estetico e soprattutto  contrastare il fenomeno dell’abusivismo che è sempre più allarmante in questo settore.

Siamo quindi in presenza di uno strumento nuovo che ha potenzialità per contrastare la contrazione dei fatturati e degli addetti del comparto del benessere in epoca di crisi dei consumi, fornendo, in particolare ai giovani, soluzioni maggiormente praticabili rispetto a quelle tradizionali.

L’iniziativa, che è già una buona pratica presso altri comuni di Italia,  nei prossimi giorni verrà presentata dalla CNA di Enna all’Assessore alle attività produttive del comune di Enna. e man mano a tutti gli altri comuni della provincia.

Condividi la notizia