L’On. Luisa Lantieri: “solidarietà ai lavoratori e ai parenti dei malati ricoverati a Villa Maria”

L’Onorevole Lantieri si schiera a fianco dei dipendenti di Villa Maria, una struttura sanitaria di Leonforte convenzionata con l’Asp di Enna per persone non autosufficienti,  i quali stanno vivendo  giorni di concitazione e paura riguardo alle sorti del loro posto lavoro messo a rischio dalla procedura di licenziamento collettivo attivata in questi giorni.
“Venuta a conoscenza della situazione di Villa Maria e dei suoi lavoratori – afferma il deputato regionale On Luisa Lantieri – mi sono subito attivata per comprendere le ragioni che stanno mettendo a rischio l’esistenza di un centro di eccellenza, strategico nella gestione sanitaria del territorio soprattutto per i malati di alzheimer”

“Avendo avuto la possibilità  di approfondire la situazione assistenziale relativa ai malati di alzheimer – continua L’on. Luisa Lantieri promotrice di un disegno di legge all’ARS  – e avendo notato che in base ai dati statistici purtroppo nella nostra zona è una patologia in aumento mi chiedo come mai, visto il trend di crescita, si pensi a chiudere una centro specializzato come quello di Villa Maria. Cosa c’è dietro una strategia sanitaria che è in evidente contrasto con le esigenze della collettività?”.

“E’ ormai noto il mio impegno a fianco delle categorie più deboli, la chiusura di Villa Maria rappresenterebbe un danno per l’intera sanità ennese. Il mio pensiero e la mia solidarietà vanno sia alle famiglie degli ospiti del centro sanitario sia ai lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro. Non è immaginabile che pazienti non autosufficienti debbano rinunciare a cure somministrate da personale qualificato e professionale, soprattutto se si pensa che nel contempo si generano tutta una serie di problematiche nelle famiglie di appartenenza dei malati per le quali sarà difficile e costoso mantenere lo stesso livello di assistenza. Al di là dei problemi puramente contabili e dei freddi numeri, come ho sempre sostenuto in tutte le battaglie che ho combattuto a difesa della sanità ennese, ci sono individui, persone in difficoltà che soffrono; nessuno mai dimentichi questo importante aspetto della questione.

“Piena solidarietà anche per i lavoratori. Il lavoro, come spesso ama ricordare il nostro Presidente della Repppubblica,  da dignità e non è solo un’esigenza ma il completamento della propria esistenza. Prima di parlare di licenziamento occorre esplorare tutte le soluzioni possibili, attivare tutti i canali politici e amministrativi alla ricerca di una soluzione. “Per tale ragione ritengo non ci sia tempo da perdere e nelle prossime ore – conclude l’On. Luisa Lantieri – incontrerò i vertici dell’Asp di Enna ai quali chiederò di espormi la situazione in maniera dettagliata. Inoltre ho già chiesto un appuntamento alla Commissione Regionale Sanità alla quale sottoporrò la situazione di Villa Maria. Mi riservo inoltre di incontrarmi al più presto con i familiari dei pazienti interessati dalla dismissione del centro e con i  lavoratori per concertare, sia con gli uni che con gli altri, eventuali azioni a sostegno delle loro rivendicazioni e per il rispetto dei loro diritti

 

 

Condividi la notizia