Piazza Armerina – Due mesi di super stress tra Palio, feste e la visita di Papa Francesco

Protezione Civile, Polizia Locale, l’intera macchina burocratica e amministrativa del comune saranno sottoposti nel giro dei prossimi sessanta giorni ad uno stress non indifferente. La causa è da ricercarsi nella necessità di fare fronte a due avvenimenti che ogni anno impegnano già a fondo uomini  mezzi: il Palio dei Normanni e l’Estate Piazzese con le sue feste religiose. A questi due eventi bisogna aggiungere la visita di Papa Francesco  prevista per il 15 settembre.

E’ quest’ultimo appuntamento a creare una certa apprensione in amministratori, tecnici e forze dell’ordine, a partire dal sistema viario. Si stanno infatti cercando, a parte l’ex area Siace,  altri spazi per creare dei parcheggi esterni al perimetro cittadino. Operazione quest’ultima non semplice perché non basterà solo individuare le aree ma sarà necessario anche renderle adatte a ospitare le auto. Dall’amministrazione fanno sapere che si tenterà di realizzare opere durature in modo da poterle utilizzare successivamente. Per le tutte le spese bisognerà battere cassa un po’ a tutti i livelli visto che il comune non è certo in una situazione tale da poter far fronte a tutti gli impegni.

La sicurezza sarà l’aspetto che per ovvi motivi sarà più curato e, come è accaduto in altre occasioni, particolare attenzione verrà riposta nel controllo del percorso che dovrà percorrere l’auto con a bordo il Papa. Per motivi di sicurezza è probabile che tutti i tombini verranno ispezionati e saldati il giorno prima della visita. Inoltre la piazza Falcone Borsellino sarà interamente chiusa e non tutti vi potranno accedere. Traffico veicolare ovviamente bloccato in città ma occorrerà anche prevedere le emergenze e le vie di fuga che potranno essere percorse dai mezzi di soccorso.  Ovviamente ad occuparsi della sicurezza oltre le normali forze dell’ordine e i corpi speciali anche la gendarmeria vaticana.

Condividi la notizia